Skip to content

Tumore della vescica: quali sono i sintomi?

February 17, 2012

 I Sintomi di cancro della vescica possono comprendere sangue nelle urine o ritenzione delle urine

In generale, l’unico primo sintomo comune nel cancro della vescica è la presenza di sangue nelle urine (condizione anche nota come ematuria). Il fenomeno non è sempre visibile all’occhio nudo, il che tende a ritardarne la diagnosi. In modo simile, la diagnosi del cancro della vescica avviene spesso troppo tardi poiché il sanguinamento si verifica in maniera intermittente e non sempre viene rilevato durante un semplice esame urinario, o se si nota urina rossastra o poco più scura del solito. La diagnosi può essere più complicata dal fatto che un semplice arrossamento o tracce  di sangue nelle urine non equivalgono a indicare la presenza di un tumore della vescica. La verità è che una varietà di affezioni comuni – che vanno dalle semplice infezioni del tratto urinario ad una malattia renale, calcoli renali o urinari e problemi connessi alla prostata – possono essere la causa di un’ematuria o di una minzione eccessiva o dolorosa.

Perché condizioni come l’ipertrofia della prostata e le infezioni delle vie urinarie quali uretrite o cistite possono presentare sintomi simili a quelli del cancro della vescica (disuria, ematuria,  poliuria, ecc.), sarà essenziale richiedere attenzione medica o urologica appena si evidenzino alcuni dei sintomi. In questo modo, indipendentemente dalla diagnosi, il sintomo verrà trattato immediatamente.

Contattare il medico all’insorgere dei sintomi sotto elencati:

  • Infiammazione cronica della vescica, calcoli alla vescica o infezioni croniche del tratto urinario.
  • Lentezza inusuale nel flusso urinario o ritenzione dolorosa delle urine.
  • Infiammazione della zona lombare – tra il diaframma e l’osso sacro.
  • Difficoltà ad urinare o urinazione frequente fuori dalla norma.
  • Spasmi dolorosi o una sensazione di bruciore durante l’urinazione.
  • Spasmi muscolari e dolore o fastidio nella zona centrale della pelvi – l’inguine. O qualsiasi inspiegabile gonfiore alle estremità inferiori.

I carcinomi della vescica sono solitamente diagnosticati attraverso un esame delle urine finalizzato ad evidenziare cellule cancerogene tramite un microscopio (noto come esame citologia dell’urina), o durante una cistoscopia – ispezione della vescica effettuata con un tubo sottile (noto come cistoscopia) munito di lente e illuminaziione, che viene inserito nella vescica attraverso l’uretra.

Se si avvertono sintomi e si sospetta il tumore della vescica, durante una procedura cistoscopia una particella del tessuto della vescica sarà rimossa per poi esaminarla. Se si tratta di cancro alla vescica, una TC (tomografia computerizzata) sarà probabilmente necessaria per determinare la sua fase e il tipo – e se ci sono metastasi e se si è diffuso in alter parti del corpo – come i polmoni, i linfonodi,  le ossa, o il fegato.

La forma più comune di tumore alla vescica è il carcinoma delle cellule transizione

Essenzialmente, ci sono tre tipi di cancro alla vescica: carcinomi delle cellule transizionali che nascono nelle pareti delle cellule della vescica, carcinomi delle cellule squamose nelle pareti della vescica, e adenocarcinomi che originano dalle cellule ghiandolari. Ulteriori forme di cancro alla vescica sono identificate secondo la loro diffusione. Se il tumore è localizzato solo all’interno del muscolo delle parete della vescica, esso si caratterizza come cancro superficiale – mentre i carcinomi estesi alla parete muscolare della vescica sono considerati invasivi. Il carcinoma delle cellule transizionali (CCT) è il tipo più comune di cancro della vescica. Il CCT rappresenta circa il 90% dei casi.

È opportuno notare che il 70% dei carcinomi delle cellule transizionali sono superficiali – e quindi hanno scarse probabilità di metastatizzarsi – ovverosia diffondersi nei tessuti sia vicini che lontani. Purtroppo, il 30% rimasto entra a far parte del gruppo invasivo del muscolo. Dal momento che questo tipo di carcinoma invade la parete muscolare della vescica e possibilimente anche altri organi nelle vicinanze, le opzioni di trattamento saranno determinate dalla gravità del carcinoma, a seconda che sia o meno metastastizzato e a seconda di dove sia localizzato.

Per quanto riguarda la forma meno comune di cancro alla vescica, i carcinomi delle cellule squamose rappresentano all’incirca l’8% dei casi, mentre gli adenocarcinomi soltanto l’1-2% dei casi (tuttavia ammontano a circa il 90-95% di comparsa del cancro colorettale). Naturalmente, le diverse forme di cancro della vescica rispondono in maniera diversa al trattamento, perciò l’approccio al trattamento varia da un paziente all’atro.

Leave a Comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: